Con la censura si limita la violenza? io credo si limiti solo la libertà!

 

 

censura web.jpgIl sempre “VERDE” Ministro dell’Interno, ne spara una delle sue e sta volta ce l’ha con internet. Da fonti più o meno vicine al Viminale arrivano notizie che tutti ci aspettavamo, a breve nasceranno le ronde anche sul web.

Sarcasmi a parte la cosa è molto seria, dopo l’aggressione al Premier ho come l’impressione che una spirale stia risucchiando antiberlusconiani e berlusconiani in una polemica senza fine.

Da una parte chi dice che se l’è cercata, dall’altra si addossa la colpa a chi alza troppo i toni come l’IDV. Chiaramente è un fatto da condannare, un’azione vile commessa da un soggetto a cui manca più di qualche rotella.

Neanche a seguito dell’attentato a Giovanni Paolo II la politica fece così tante congetture.

Ma la cosa che più fa “sorridere”, ammesso che ciò possa suscitare tale reazione, è la soluzione che ha dato il Ministro Maroni, molto semplice e veloce…imbagliare la rete.

E si perchè, l’attentato a JFK, quello a Martin Luther King, quello a RFK ecc ecc ecc pare siano avvenuti a seguito di campagne d’odio montate in rete…o no? Ops , scusate in quei tempi internet ancora non c’era, eppure fatti molto più gravi dell’aggressione subita dal Premier Berlusconi si sono consumati lo stesso.

Oggi abbiamo tutto ciò che ci serve per moderare la rete, penso al lavoro della polizia postale che risulta sempre preciso e puntuale.

La rete uno dei pochi spazi rimasti dove si può fare una discussione libera. Certo molte volte si va oltre, ma sta nelle cose, negli USA Obama viene attaccato giornalmente anche in modo abbastanza grave ma laggiù nessuno si è mai sognato di censurare preventivamente la rete.

Il problema vero è che nel nostro Paese si prendono dei provvedimenti sempre dopo la manifestazione di fatti che suscitano l’interesse del grande pubblico, aldilà se il malcapitato sia il presidente del consiglio o altri.

Se la soluzione a ciò è censurare internet io credo che prima di tutto vadano censurati dei quotidiani come La Padania, Il Giornale, Libero e alcune volte anche La Repubblica. Per non parlare di qualche radio verde.

Vedete cari amici, il vero problema è che non si riesce a stare sulle cose concrete ma ci si lascia trasportare dagli eventi e alcune volte anche dalla massa. Appare chiaro che bisogna mantenere un certo decoro ed una certa educazione, ma appare ancora più chiaro che non si potrebbero accettare dei provvedimenti illiberali da parte di un governo che dice d’essere fondato su ideali liberali.

Perchè se la soluzione a questo problema è mettere un baglio ai naviganti, ho la sensazione che molto presto verrà imbavagliato qualcun altro in nome di chissà quale non ben chiaro principio.

Per cui voglio da qui esprimere con chiarezza: solidarietà incondizionata al Premier, condanna senza attenuanti al vile gesto e totale disaccordo con il sempre “VERDE” Ministro dell’Interno.

A seguito dell’attentato a Giulio Cesare i fori romani erano ancora aperti…


 cliccate sul link.. http://www.pierferdinandocasini.it/2009/12/15/con-la-censura-si-limita-la-liberta/

Luciano Marino

Con la censura si limita la violenza? io credo si limiti solo la libertà!ultima modifica: 2009-12-16T15:32:00+01:00da lucianomarino
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Con la censura si limita la violenza? io credo si limiti solo la libertà!

Lascia un commento