!!! PER FARE CHIAREZZA !!!

In questi giorni ho assistito all’inutitela polemica che è nata proprio su questo blog.

Il pomo della discordia è la lettera che ho idealmente inviato al Ministro della funzione pubblica l’On. Renato Brunetta, anzi un solo periodo, questo: ”   Adesso io non Le chiedo di trovare una soluzione al nostro problema, perché sarebbe troppo, ma Le chiedo: perché abbiamo tutti questi dipendenti che alcune volte non assolvono i loro compiti ed altre lo fanno male, e che quando gli si chiede di far qualcosa che non rientra nelle competenze specifiche del ruolo si rifiuta perché ne hanno opportunità, non si potrebbe fare una legge che fissi il numero massimo di dipendenti ufficio per ufficio, in modo tale che nessuno possa fare assunzioni a proprio piacimento? E non si potrebbe fare un’altra legge che permetta agli amministratori, qualora avessero un esubero di personale, di dirottare i dipendenti verso altre mansioni consentendo così al comune di risparmiare?   “

Con questo parole io non ho mai voluto dire che la causa di tutti o di alcuni mali sono i dipendenti, ma la politica. Quando scrivo: “…abbiamo tutti questi dipendenti che alcune volte non assolvono i loro compiti ed altre lo fanno male…”  non dico che abbiamo una moltitudine di fannulloni sul groppone, bensì col la proposizione di tempo  ” alcune volte ”  pongo l’accento sul fatto che ciò accade raramente e che il fatto che alcune volte accada è assolutamente fisiologico. A chi non è mai capitato di non far perfettamente il proprio lavoro? Quando scrivo: “…e che quando gli si chiede di far qualcosa che non rientra nelle competenze specifiche del ruolo si rifiuta perché ne hanno opportunità…”  non dico che c’è chi non fa il proprio dovere. Infatti precisando che ” si rifiutano perché ne hanno opportunità “ e che gli viene chiesto di assolvere compiti  ” che non rientrano nelle competenze specifiche del ruolo “ , dico che hanno ben ragione, capista lo farei anch’io. E’ un diritto rifiutarsi in questi casi.

La parte sostanziale, cioè il succo del periodo posto in esame sono le due domande che sono state da me poste:  “… non si potrebbe fare una legge che fissi il numero massimo di dipendenti ufficio per ufficio, in modo tale che nessuno possa fare assunzioni a proprio piacimento? E non si potrebbe fare un’altra legge che permetta agli amministratori, qualora avessero un esubero di personale, di dirottare i dipendenti verso altre mansioni consentendo così al comune di risparmiare?  “ . Mi pare una proposta molto ragionevole e condivisibile. Il senso della lettera è racchiuso in queste parole, in queste domande. Tutto ciò scritto prima spero di averlo spiegato in maniera chiara e pratica.

Ci tengo altresì a precisare questo non è il post del ripensamento, ma quello della precisazione. E’ evidente che sono in buona fede, se non lo fossi stato non vedo perchè avrei dovuto pubblicare la lettera. Ho ritenuto opportuno scrivere queste righe per dare una risposta smplice a commenti anonimi che non ho capito e che mi hanno offeso gratuitamente. Esprimo infatti un sentimento di amarezza a leggere commenti offensivi e credo scritti anche da gente adulta senza una firma che ne attesti la paternità. E’ bello prendersi le proprie responsabilità, io l’ho fatto firmando e rendendo pubblica la lettera e scrivendo poi questo post.

Credo e spero d’essermi spiegato, credo sia il momento del dialogo serio e costrittuvo e spero sia finito il momento delle strumentelizzazioni, credo di aver fatto chiarezza su questa vicenda e spero che questo messaggio chiarificatore arrivi alla stessa velocità con cui è arrivato quello distorto.

Voglio chiudere questo post rispondendo a tutte le persone che mi voglio bene ed essendo a conoscenza della mia buona fede mi hanno detto affettuosamente: ” ma chi te lo fa fare? ”  . Bene a questi cari amici voglio rispondere con la frase che Don Milani diceva ai ragazzi che sostenevano che è meglio non fare politica perchè è una cosa sporca: ” a che serve avere le mani pulite se le tenete in tasca? “

 

  Spero vivamente d’aver spiegato quanto è stato capito male nella lettera che per altro ho messo in allegato per coloro che non l’avessero ancora letta;

BUON LAVORO A TUTTI

Luciano Marino

la lettera.doc

!!! PER FARE CHIAREZZA !!!ultima modifica: 2008-11-21T23:14:00+01:00da lucianomarino
Reposta per primo quest’articolo

61 pensieri su “!!! PER FARE CHIAREZZA !!!

  1. Alla fine caro consigliere lei vuole uscire a testa alta!ma lei, il sindaco e tutti i dipendenti sappiamo che nn è così.Infatti lunedi pomeriggio sotto le pressioni dei suoi colleghi della maggioranza e del sindaco ha tolto la lettera…cerchi di preoccuparsi dei problemi seri e veri del mio paese e penso che sia pure il suo epoi ammetta che nn siamo noi a nn capire…!!!
    Sig.Vice Capo Gruppo!!!
    Buona serata

  2. Vedo che non abbiamo ancora imparato a firmare.
    Comunque di presiioni non ne ho ricevute, tanto meno dal sindaco e dagli altri. E poi perchè mai evrei dovuto toglierla sotto pressione per poi rimetterla qui in allegato? Se avessi ricevuto le pressioni di quali lei parla non avrei riproposto il testo. Osservo poca attenzione. Quando dice di sapere qualcosa, si assicuri di saperlo veramente.

    Cmq grazie per il commento.

  3. Ci voleve proprio questo post chiarificatore, amico mio.
    Hai ragione, non dare importanza a chi ti critica e vai avanti. Lo fanno perchè non ti conoscono.E poi è proprio vero,quando non si fa nulla non si scontenta nessuno. Ciao, ti ho mando un sms per informarti del commento.

  4. Caro compare penso che hai fatto bene a chiarire meglio il tuo concetto per gli utenti del blog, anche se, per le persone come me, che ti conoscono e che conoscono il tuo modo di pensare questa è solo una conferma e che si trattava solo di un malinteso…..continua così, cercando di smorzare le polemiche, anche perchè il nostro paese ha bisogno di tutto fuorchè di quest’ultime…….ciao alla prossima.

  5. Voglio ringraziare tutti questi amici che mi sostengono, in partcolare mio compare Ciro. Hai proprio ragione compà non abbiamo bisogno di polemiche, ma d’altro. Purtroppo c’è chi ama soffiare sul fuoco, speriamo che sia un fuoco d’amore e d’affetto visto che s’avvicina Natale.
    Grazie a tutti.

  6. ciao luciano dopo essere venuto a conoscenza di questa polemica scaturita dalla tua lettera ci tenevo a lasciarti un commento nel blog per dare una risposta a tutti coloro che ti hanno criticato;io credo che già il fatto che un ragazzo di 21 anni che si interessa così tanto ai problemi che(purtroppo) il nostro comune,come anche tanti altri piccoli enti locali,incontra,sia soltanto da apprezzare. Inoltre non credo proprio che luciano con quella lettera abbia voluto offendere o comunque parlare male di nessuno,ma soltanto esprimere una sua considerazione,aggiungendo ad essa anche una soluzione auspicabile,su una problematica che riguarda la gestione della politica in generale,la quale spesso diviene spregiudicata ricerca dei consensi elettorali,con le conseguenze che oggi sono sotto gli occhi di tutti. Quindi non vedo il motivo di tutte queste critiche piovute sul consigliere marino,del quale è invece da riconoscere la caparbietà e la serietà con la quale sta svolgendo l’incarico a lui conferito…….

    salvo

  7. Ma non capisco come possa essere scoppiata questa bufera…forse chi l’ha fatta scoppiare aspetta l’esito di un ricorso o semplicemente non è a conoscenza delle reali intenzioni del giovene consigliere Luciano Marino. Prima di trattare male la gente guerdatevi voi, ce ne fossero come Luciano.
    ciao amico mio, sono sempre dalla tua parte.

  8. adesso non è per difendere Luciano perchè non mi interessa, ma è evidente che tutta la polemica che si è venuta a creare è insensata. Io non condivido molto le idee politiche del consigliere Marino, tuttivia mi pare uno che si impegna e che suo malgrado tra tutte le difficoltà sta facendo un buon lavoro.
    Buona serata.

  9. Salve ragazzi, ancora una volta sono qui a ringraziarvi. Approfitto di questa pausa tra diritto privato e storia per scrivere questo commento.
    Vi ringrazio per essere così numerosi, grazie a francesco, filippo e al mio caro collega. Mi sento inoltre di ringraziare l’amico anonimo per il commento e ti dico che anche se abbiamo idee diverse possiamo benissimo dialogare. Grazie ancora.

  10. Che poi vorrei capire il bisogno di tutto ciò. Ognuno ragiona con la propria testa, anch’io ho letto i commenti offensivi verso il consigliere marino. Io neanche lo conosco, ma mi pare che non abbia commesso alcuno scandalo, anzi forse lo scandalo è stato commesso da chi ha messo quei commenti.

  11. Magari ce ne fossero come Luciano. Ho letto la lettera e non vedo dove lo si può criticare, si forse qualcuno non ha recepito bene il messaggio…Lucià che ci vuoi fare?

    P.S. Mi è piaciuta la risposta che hai dato anche a me essendo io uno di quelli che ti ha detto:chi te lo fa fare? Don Milani era il migliore che in questa occasione potevi citare.
    Alla grande……………ciao ciao

  12. Caro Rosario, forse sei troppo generoso. E poi tu la pensi proprio come me:IMPEGNO, CORAGGIO e RIGORE MORALE sono i principi cardini della nostra cultura politica,così come il principio di sussidiarietà ed il concetto di bene comune.
    Grazie anche all’amico Vincenzo, mi conforta vedere che ci sono cisì tanti amici che condividono quanto detto.
    Ancora grazie agli anonimi che preferirei si firmassero, ma quando i commenti sono volti al dialogo e allo smorzamento della polemica fanno sempre piacere.
    Salve a tuttti, buona serata.

  13. Per Filippo
    i ricorsi sono stati accettati…e poi noi aspettare..guarda che amministra Licata!!NN Parlare di gente che nn ha detto niente..a solo commentato..senza criticare..il primo io ho detto che è stata una bella cosa…”nn rompete sempre i COxxioni sempre con stu ricorso..o Ferrara” evitate!!Parlare sempre fate qualcosa…. la campagna elettorale è finita da 6 mesi evitate.basta!

  14. Caro amico Luciano, vedo con piacere che ti impegni. Certo quando uno fa qualcosa non può certo accontentare tutti e quindi qualcuno si lamenta. Ma come ha già scritto qualcuno in precedenza tutti noi ,anche chi non la pensa come te e ti ha criticato, sappiamo che hai LA SCHIENA DRITTA.
    Non c’è motivo di creare casi diplomatici.
    Ciao, a presto.

  15. Cari Luciano e tutti gli amici del blog, credo che le reazioni alla lettera “incriminata” abbiano una duplice matrice. Prima di tutto politica ed è fin troppo palese che gli avversari politici non aspettano altro che una dichiarazione “impopolare” per concentrare, in senso negativo, l’attenzione su chi fa certe dichiarazioni e utulizzare il tutto per i propri fini politici. In secondo luogo, credo che alcune reazioni scaturiscano, invece, da qualcuno che, sentendosi “toccato o “colpito”, cerca in tutti i modi di screditare e interpretare in maniera demagogica le dichiarazioni di Luciano. Conosco bene Luciano e posso dire di conoscerlo sin dai suoi primi passi in politica e senza alcun indugio penso che la sua sia stata una mera provocazione dettata dalla voglia di veder funzionare meglio le cose che ci stanno intorno. Non si può chiedere a noi giovani di impegnarci dicendo che il futuro è nelle nostre mani (più tutte le frasi di circostanza che in genere si dicono, ecc…) e poi ritrattare tutto nel momento in cui qualcuno di noi solleva alcuni problemi che sono reali e di cui ognuno di noi ha piena coscienza.
    Il richiamo di Luciano era indirizzato palesemente alla politica, che dovrebbe assumersi di più e meglio le proprie responsabilità e cercare finalmente di far funzionare meglio, nella fattispecie, la macchina comunale.
    Caro Luciano, ti rinnovo la mia stima e ti esorto a continuare il tuo impegno nel pieno rispetto di tutti i cittadini e dei lavoratori del tuo paese ma con il coraggio di dire sempre e comunque in maniera libera il tuo pensiero. Ricorda cosa diceva Kennedy: “La politica è una splendida avventura che richiede coraggio, passione e rigore morale!”. A questa frase ci siamo sempre ispirati, continuamo a farlo! Un saluto, Valerio Barrale.

  16. Grazie ancora una volta, anche a Paola & Chiara.
    Un grazie particolare a Domenico, a Salvatore ed anche all’amico anonimo. Francamente neanche io capisco perchè sia scoppiata questa polemica, forse il vero motivo è proprio nelle di Valerio Barrale… amico IMPEGNO, CORAGGIO E RIGORE MORALE. Hai proprio ragione, sono le parole che tu hai pronunciato nel momento in cui sei diventato segretario provinciale dei gioveni Udc, sono le parole che io ho pronunciato durante la campagna elettorale e sono i capisaldi della politica dei GIOVANI LIBERI E FORTI, anzi non solo dei giovani ma di tutti i LIBERI e i FORTI.
    Grazie ancora a tutti.

  17. E Luciano Luciano……………………ma chi te lo fa fare??????
    Non era più semplice stare fuori da questa baraonda????
    Non parlo per la polemica della lettera, parlo fuori della politica. E’ bello che ci sia un ragazo come te, così giovane che si impegni facendo il consigliere comunale, lavorando all’interno di un partito dove chiunque ti riconosce le tue capacità, all’interno dell’università…Sei troppo onesto, hai la schiena troppo dritta. Chi vuole arrivare ad alti livelli deve un pò piegarsi, sarebbe bello se tutti fossero come te….ma bisogna vedere se tu sei veramente ciò che dici. Io credo e spero di si perchè ti conosco e ti stimo e proprio per questo da te mi aspetto il massimo.
    Non mollare mai!!!!!!!!!!

  18. Caro Luciano, anch’io come te, cerco di informare gli internauti su quello che succede nel nostro partito o nel mio paese.
    Anch’io spesso sono incappato in spiacevoli contraddittori, con gente che nascondendosi dietro l’anonimato vuole infangare il nostro lavoro.
    Non dar peso a loro, continua a lavorare….
    come hai già dimostrato di saper fare….
    vai avanti per la tua strada e non preoccuparti di loro…..

    W LUCIANO MARINO

  19. Luciano, continua a fare ciò che fai.
    L’ostilità nei tuoi confronti ci da certezza della fondatezza delle tue considerazioni.
    La verità è che chi si è sentito offeso dalla tua lettera è proprio colui che noi vogliamo stanare.
    I latini dicevano “excusatio non petita, accusatio manifesta”.
    Ebbene, anche laddove tu non volevi spingerti con la tua opinione, abbiamo trovato chi si autodenuncia con la sua arroganza.
    Forza Luciano, forza Lercara Friddi.

  20. caro compare…eccomi qui…come promesso!sono veramente fiera di avere al mio fianco un compare così determinato e convinto delle sue idee!il mio consiglio?continua a fare ciò che hai fatto fino ad ora…non curandoti delle idee altrui!!sono fiera di te!!!
    ciao lu’

  21. Ma scusa i commenti..trane quello di valerio barrale te li scrivi tu????
    a booo Cons.Marino “”””””Siddiio….fanne un’altra lettera magari??????
    almeno…Ci divertiamo un’altro po scherzo…..
    pero basta ora!!!Fai qualcosa…
    Grazie!!!

  22. Caro luciano, io sono convinto che siamo in un paese democratico e libero dove ognuno può esprimere i propri pareri e le proprie riflessioni su particolari argomenti. Ovviamente l’argomento da te trattato ha un particolare valore e da alcuni può essere strumentalizzato, ma io sono convinto della tua buona fede. non è forse vero che in molte amministrazioni è ricorrente la parola “INEFFICIENZA” nonostante il numero di dipendenti?allora che ben vengano queste osservazioni che a mio modesto avviso reputo giuste e razionali.Credo nella tua buona fede e nel fatto che in questi momenti di crisi bisogna riorganizzare e razionalizzare tutto per questo ti esorto a continuare il tuo cammino e a saper cogliere anche dalla critica più dura un nuovo spunto e una nuova motivazione…Un saluto, vincenzo romano

  23. Avere un commento così di Ciccio Ruggeri è fondamentale. Grazie Francesco, hai proprio ragione, la tua citazione latina è perfetta per il caso.
    Mia commare, poi…un attestato di stima che mi lusinga ma che mi da ancora più responsabilità.
    Giacomo, magari non ti farò sognare…accontentiamoci di portare qualche buon risultato a casa.
    Grazie del sostegno anche all’osservatore.
    Un saluto agli amici ……….. e …, effettivamente alcuni commenti sono molto simli, ma nn li scrivo io.Magari qualche maligno lo pensa e gli piacerebbe che fsse così, ma…
    Un grosso grazie all’amico Vincenzo Romano il tuo commento mi fortifica e mi spinge a fare di più e meglio.
    Infine voglio ringraziarvi tutti, grazie amici!!!

  24. ciao luciano, passovo da qui e mi è sembrato doveroso porgerti i miei saluti, mi fa piacere che hai cosi tanti e affettuosi amici. complimenti e continua cosi. ( ovviamente lu penso sia poco istituzionale che ci dibattiamo sul web, il nostro ring è il comune no!? ). affettuoso saluto!!

  25. Pirandello è stato “Grande”… nel tempo… è riuscito a fissare nel tempo… e per sempre. la nostra “Sicilianità”. Siamo capaci di storcere il naso per tutto e per tutti, capaci di lamentare fino ad un momento prima le stesse problematiche che hai sollevato tu caro Luciano… nei bar, per strada, nei saloni di Bellezza…, ovunque, … ma al momento della Verità…come vedi.. la forza delle proprie idee viene meno, anzi… si cerca di passare tra quelli “Buoni”, tra quelli che… dissapprovando le “Deprorevoli” considerazioni che il Consigliere Comunale e bla..bla..bla..
    Un mondo di ipocriti, piccole persone che tentano di nascondere i propri GRANDI Limiti.
    Preferisco “Sporcarmi le mani” con te per usare una tua metafora, ma voglio sporcarmele per il bene della nostra Cittadina e nell’interesse unico del benessere della nostra comunità che ha tanto bisogno di gente coraggiosa che esprima nel giusto modo i propri pensieri senza doversi mai nascondere con la testa sotto terra come struzzi…del resto non siamo in Australia.
    Bravo Luciano.
    Mullants 30

  26. Salve a tutti cari lettori, la discussione mossa da Luciano è piu’ che giusta e nn ha bisogno di chiarificazioni. La gente che non svolge il proprio lavoro in modo eccellente o magari non accetta altri incarichi o rimpiaghi , dovrebbe essere licenziata immediatamente, oggi la nuova società è fondata sulla meritocrazia.
    Va sbattuta in galera invece La gente che ha paura dei possibili sistemi da adoperare per evitare le codiddette “raccomandazioni, ormai desuete nelle nazioni civili.
    Conosco tanta gente lauriata che per campare è costretta a distribuire i manifesti per le vie della città, o magari lavare i piatti in qualche pub, conosco ragazzi che per studiare e lauriarsi fanno sacrifici assurdi, conosco padri e madri che per far studiare i loro figli vendono i propri beni ,sperando che un giorno i sacrifici fatti siano resi dai figli , in cultura e sapere.
    E poi conosco gente ignorante che spera in raccomandazioni per assicurarsi cosi’ un posto di lavoro sicuro e senza nessun sacrificio, a di scapito di chi si rompe il culo per il sapere e la professionalità sul campo di lavoro.
    E adesso cari lettori mi mancava solo di conoscere la gente che non ha le palle, poichè nn ha il coraggio di firmarsi e dire esplicitamente: ” Noi ci troviamo bene con il sistema delle raccomandazioni, perchè a noi la scuola nn piace tanto, e per questo siamo perfetti ignoranti.”
    La cultura non si compra; è forse questo è il guaio della società che va a rotoli per mancanza di professionalità.

Lascia un commento